Tu vuo' fa' l'americano

lo swing italiano fra censura, propaganda e trasformazione

Lorenza Baudo - ideazione, regia, canto, voce recitante, arrangiamenti vocali

LILITH  (Lorenza Baudo, Andrea Santoni, Lavinia Topi): canto e voce recitante

Michele Makarovic - tromba, arrangiamenti strumentali, voce recitante

Andrea Coppini - sax, clarinetto, voce recitante

Dino Cocco Sabatino - chitarra, voce recitante

Daniele Baldi - basso

Daniele Bove - batteria

 

Dopo la Grande Guerra, dall'America arrivarono nuovi balli: in particolare, dagli Stati Uniti, il charleston, fortemente legato al jazz.

ll jazz: musica ritmica e sincopata che dai locali neri di New Orleans negli anni trenta si diffuse in  tutta Europa  attraverso il cinema americano. conquistò il pubblico italiano e fu boicottato dal regime fascista.

Il jazz: "(...) dilagava. Italianizzato, annacquato, clandestino, suonato da Gorni Kramer, cantato da Natalino Otto" e dal Trio Lescano. (...) "Lo swing negroide, la musica giudea, non divertiva soltanto Mussolini sr e Mussolini jr, ma l'intero paese, e continuò a divertirlo anche dopo le leggi razziali, e quando scoppiò la guerra." (da Diego Gabutti  - Italia Oggi, 10 luglio 2018)

Il jazz: neppure la violenta censura fascista riuscì a fermarlo, perché entrò nelle vite degli italiani grazie al cinema e alle nascenti case discografiche, conquistando tutti, anche negli anni a seguire, soprattutto a partire dalla nascita dei night club. 

 

Tu vuo' fa' l'americano, spettacolo a metà fra teatro e musica, racconta trenta anni di storia con le canzoni dell'epoca e fa immergere lo spettatore nell'atmosfera di quel periodo i non solo attraverso  canzoni,  immagini e stralci di video, ma anche grazie ai dialoghi fra i protagonisti della storia musicale, con una regia contemporanea che rende il progetto senza tempo pur riferendosi ad un momento ben preciso della storia musicale e culturale dell'Italia.

Tu vuo' fa' l'americano racconta della voglia di libertà di un popolo soffocato dal regime e racconta della determinazione dei musicisti  bloccati dalla censura: talvolta questi ultimi non potettero che soccombere al potere, cadendo nell'oblio, ma più spesso, con tenacia e creatività, riuscirono a superare qualsiasi ostracismo.

Tu vuo' fa' l'americano racconta anche le vicende di vita di alcuni artisti attraverso aneddoti curiosi e poco conosciuti che riguardano i protagonisti della storia musicale dagli anni 30 agli anni 50, come le sorelle Lescano, Gorni Kramer, Pippo Barzizza, Natalino Otto e Fred Buscaglione. 

Tutto questo  - e tanto altro - Tu vuo' fa' l'americano lo racconta  con leggerezza,  con forza,  con amarezza e con ironia, sia attraverso le storie dei principali interpreti di quel periodo, sia attraverso le canzoni che hanno accompagnato la vita ed i ricordi di migliaia di persone per almeno due generazioni.

Tulipan, Ho un sassolino nella scarpa, Il pinguino innamorato,  Pippo non lo sa, Conosci mia cugina, Sotto il cielo dei bars,  Eri piccola e Spaghetti a Detroit sono solo alcuni dei brani che ci condurranno in questo viaggio alla scoperta dello Swing italiano. 

 

Personaggi e interpreti

LILITH (Lorenza Baudo, Andrea Santoni, Lavinia Topi): personaggi femminili, narratori, sorelle Lescano

Lorenza Baudo: cantante, Natalino Otto, Fred Buscaglione

Michele Makarovic: musicista, narratore

Andrea Coppini: musicista, Gorni Kramer, Carlo Alberto Rossi

Sabatino Cocco: musicista, narratore, Pippo Barzizza, Fred Buscaglione

Daniele Baldi: musicista

Daniele Bove: musicista

 

 

Tu vuo' fa' l'americano, oltre alle formule teatrale/lezione concerto, è disponibile anche in forma di solo concerto.